Autismo. 10 abilità di vita da insegnare per la vita indipendente

Per le persone autistiche, l’apprendimento delle abilità di vita è essenziale per aumentare l’indipendenza a casa, a scuola e nella comunità. Introducendo queste abilità precocemente, la persona autistica acquisirà gli strumenti primari che gli consentiranno di aumentare l’autostima e di essere più autonoma nella vita futura. 

Cosa sono le abilità di vita?

Le abilità di vita sono a volte indicate come competenze di vita indipendente o competenze di vita quotidiana. Le abilità di base della vita includono attività di auto-cura, cucina, gestione del denaro, acquisti, organizzazione della stanza e trasporto. Queste abilità vengono apprese nel tempo, iniziando a casa in età molto giovane e sviluppandosi ulteriormente durante l’adolescenza e l’età adulta.

L’apprendimento di un’ampia gamma di abilità di vita, applicate a molti settori della quotidianità, è fondamentale. È anche importante includere capacità di funzioni esecutive o capacità di pensiero come l’organizzazione, la pianificazione, la definizione delle priorità e il processo decisionale relativo a ciascuna abilità della vita che viene insegnata. Le categorie di abilità di vita includono: 

  • Salute e sicurezza
  • Percorso di carriera e impiego
  • Autodeterminazione
  • Relazioni tra pari, socializzazione e comunicazione sociale
  • Partecipazione alla comunità e finanza personale
  • Trasporti
  • Tempo libero / ricreazione
  • Abilità di vita domestica

Come insegnare le abilità per la vita indipendente?

Ogni persona autistica è diversa, quindi le abilità di vita che verranno insegnate e il ritmo con cui vengono insegnate variano da persona a persona. Ad esempio, un giovane adulto autistico potrebbe, alla fine, essere in grado di vivere da solo con pochissimo, se non nessuno, supporto esterno, mentre un altro potrebbe richiedere supporti e servizi 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana. Iniziare a sviluppare le abilità per la vita al meglio delle capacità di un bambino in giovane età farà la differenza man mano che invecchia.

Ci sono infinite abilità di vita da apprendere che verranno insegnate e praticate a casa, a scuola e nella comunità. La maggior parte delle persone autistiche beneficia di istruzioni chiare e pratiche sulle abilità di vita che saranno costituiranno poi un punto chiave nella vita futura 

L’insegnamento delle abilità di vita dovrebbe avvenire in ambienti naturali, il più simili possibile al luogo dove la persona vivrà e le utilizzerà. 

Insegnare abilità per la vita a casa

Puoi provare diverse strategie per insegnare le abilità di vita a casa seguendo un approccio generale in tre fasi:

  1. Valutare le abilità (cioè capire le difficoltà e i punti di forza della persona). Avere un elenco di punti di forza e aree di miglioramento può aiutarti a chiarire gli obiettivi che ti sei prefissato per fornire supporto e incoraggiamento lungo il percorso.
  2. Insegna nuove abilità con supporti visivi. L’uso di aiuti visivi come grafici e liste di controllo può essere un ottimo modo per fornire supporto quando si lavora su nuove abilità.
  3. Pratica queste nuove abilità. Ricorda che per padroneggiare veramente una nuova abilità devi esercitarti in contesti realistici. Questo può significare insegnare, ad esempio, abilità monetarie a casa usando monete vere, ma per esercitarti l’ideale è andare in un negozio vicino e fare un acquisto.

Utilizzo di supporti visivi per le abilità di vita

Molte persone nello spettro autistico lavorano meglio con segnali visivi e supporti. Ci sono diverse opzioni utili per insegnare le abilità di vita. Un ottimo modo per iniziare è creare un ausilio visivo che suddivida una complessa routine quotidiana in compiti più piccoli. Ad esempio, puoi creare una lista di controllo per ogni parte della giornata, come una “Lista di controllo mattutino”, “Lista di controllo per il pranzo”, “Lista di controllo per andare a dormire”. Questo può aiutare una persona autistica ad abituarsi alla routine quotidiana spuntando gli elementi sulla lista nel corso della giornata. Vedi esempio sotto:

Questa lista di controllo quotidiana può aiutare una persona autistica a completare tutte le attività che compongono una routine mattutina.

Se una persona richiede più supporti, puoi anche suddividere ogni attività specifica nella sua lista di controllo, per assicurarti che ogni attività sia completata correttamente ed in modo efficiente.

Dai un’occhiata al mio articolo sulle autonomie dove troverai un esempio di come scomporre molte attività: lavarsi i denti, le mani, vestirsi ad esempio.

Dieci modi per costruire l’indipendenza di tuo figlio

1. Rafforzare la comunicazione

Se tuo figlio ha difficoltà con la lingua parlata, un passaggio fondamentale per aumentare l’indipendenza è rafforzare la sua capacità di comunicare sviluppando abilità e fornendo strumenti per aiutare a esprimere preferenze, desideri e sentimenti. Considera l’idea di introdurre la comunicazione alternativa / aumentativa (CAA) e supporti visivi.

2. Introdurre una pianificazione visiva

L’uso di un programma visivo con tuo figlio può aiutare il passaggio da un’attività all’altra con meno suggerimenti. Rivedi ogni elemento del programma con tuo figlio e ricordagli di controllare il programma prima di ogni transizione. Nel tempo, lui o lei sarà in grado di completare questo compito con crescente indipendenza, praticare il processo decisionale e perseguire le attività che lo interessano.

3. Lavora sulle capacità di auto-cura

Introduci le attività di cura di sé nella routine di tuo figlio. Lavarsi i denti, pettinare i capelli e altre attività della vita quotidiana sono importanti  competenze di vita.  Introdurle il prima possibile può consentire a tuo figlio di padroneggiarle a tutto tondo. Assicurati di includere tutto nel programma di tuo figlio in modo che si abitui ad averle come parte della routine quotidiana.

4. Insegna a tuo figlio a chiedere una pausa

Assicurati che tuo figlio abbia un modo per richiedere una pausa: aggiungi un pulsante “Pausa” sul suo dispositivo di comunicazione, un’immagine nel suo libro PECS, ecc. Identifica un’area tranquilla dove tuo figlio può andare quando si sente sopraffatto. In alternativa, prendi in considerazione l’idea di offrire cuffie o altri strumenti per aiutare a regolare l’input sensoriale. Anche se può sembrare una cosa semplice, sapere come chiedere una pausa può consentire a tuo figlio di riprendere il controllo su se stesso e sul suo ambiente.

5. Lavora sulle faccende domestiche

Avere figli che completano le faccende domestiche può insegnare loro la responsabilità, coinvolgerli nella routine familiare e imparare abilità utili da portare con sé quando crescono. Se pensi che tuo figlio possa avere difficoltà a capire come portare a termine un intero lavoro di routine, puoi prendere in considerazione l’utilizzo dell’analisi di un compito. Questo è un metodo che prevede la suddivisione di attività di grandi dimensioni in passaggi più piccoli. Assicurati di dimostrare tu stesso i passaggi o di fornire suggerimenti se tuo figlio ha problemi all’inizio!

6. Insegna l’uso dei soldi

Imparare a usare il denaro è un’abilità molto importante che può aiutare tuo figlio a diventare indipendente quando dovrà fare la spesa. Indipendentemente dalle capacità che tuo figlio abbia attualmente, ci sono modi in cui lui o lei può iniziare a imparare le abilità monetarie. A scuola, prendi in considerazione la possibilità di inserire nel PEI l’uso dei soldi e quando sei con tuo figlio in un negozio o in un supermercato, consenti a lui e lei di consegnare i soldi alla cassa. Passo dopo passo, puoi insegnare ogni parte di questo processo. Tuo figlio può quindi iniziare a utilizzare queste abilità in diversi contesti della comunità. Guarda il mio articolo sulla gestione dei soldi QUI. 

7. Insegnare abilità sulla sicurezza 

La sicurezza è una grande preoccupazione per molte famiglie, soprattutto quando i bambini diventano più indipendenti. Sono tante le abilità più piccole da insegnare all’interno della sicurezza, come le regole stradali, l’identificazione di segnali di sicurezza, e acquisire familiarità con i trasporti pubblici. 

8. Sviluppa abilità per il tempo libero

Essere in grado di dedicarsi al tempo libero e alla ricreazione in modo indipendente è qualcosa che servirà tanto a tuo figlio per tutta la vita. Molte persone autistiche hanno interessi particolari. Puoi lavorare per tradurre questi interessi in attività ricreative adeguate all’età. QUI ho parlato di come si possono sviluppare degli hobby nei ragazzi autistici

9. Insegna la cura di sé durante l’adolescenza

Entrare nell’adolescenza e iniziare la pubertà può portare molti cambiamenti per un adolescente autistico, quindi questo è un momento importante per introdurre molte abilità di igiene e cura di sé. Abituare i tuoi ragazzi alla cura di sé li procurerà maggiore successo nella vita sociale e permetterà loro di diventare molto più indipendenti man mano che si avvicinano all’età adulta. Gli ausili visivi possono essere utili per aiutare tuo figlio a completare la sua routine di igiene personale ogni giorno. Considera l’idea di creare un elenco di attività per aiutare tuo figlio a tenere traccia di cosa fare e appendilo in bagno. Questo può includere abilità come la doccia, il lavaggio del viso, l’uso del deodorante, lavarsi le ascelle. Per essere organizzato, puoi comprare un “kit” di igiene ai fini di tenere tutto ciò di cui tuo figlio ha bisogno in un unico posto. Leggi QUI il mio articolo sull’igiene personale.

10. Lavorare sulle competenze professionali

Da quando inizia il Liceo, la scuola superiore di secondo grado, i nostri figli dovrebbero iniziare ad avere iniziative, che riguardano l’inserimento professionale, nel proprio PEI, come parte di un piano di transizione personalizzato. Fai un elenco, insieme ai docenti, dei suoi punti di forza, abilità e interessi e usali per guidarlo sul tipo di attività professionale più adatta. 

 

 

 

 

 

fonti: autismspeaks