AUTISMO GRAVE: E’ GIUSTO CHE IL GENITORE PRETENDA DIPLOMA E LAUREA A TUTTI I COSTI?

Premessa:  io quando arriva Settembre ho già due tre lettere pronte, da protocollare, all’attenzione del Sindaco, e per conoscenza anche al Presidente della Repubblica se necessario, tanto, quando inizia l’anno scolastico, noi genitori di ragazzi autistici  sappiamo che c’è  sempre una litigata da fare, una lettera da mandare, qualcuno da maledire. I motivi non mancano mai:  meno ore di sostegno, non hanno firmato qui o non hanno firmato là. Tutto questo per dire che quando si tratta di diritti non guardo in faccia nessuno: io me li vado proprio a prendere, ovunque e a qualsiasi costo.

Tuttavia, sono del parere che se hai un figlio autistico grave, qui non sto parlando degli Asperger oppure dei ragazzi ad alto funzionamento che sarebbero in grado d’imparare due lingue in due mesi, ma mi riferisco ai ragazzi autistici a basso funzionamento, con spesso altre malattie correlate. Impuntarsi con la legge, quindi, portare avanti cause stratosferiche per avere per forza un Diploma o addirittura una Laurea, penso sia veramente una inutile perdita di tempo, tra l’altro, prezioso.

Ultimamente ho letto di quanto siano cresciuti i ricorsi al tribunale per avere accesso al diploma di maturità da parte di genitori con figli autistici molto ma molto gravi. E alcune sentenze, addirittura riconoscono il diritto al titolo, basandosi sul fatto che “se non si può dimostrare l’incapacità di superare il traguardo, deve essere dato per superato”.

Secondo me dall’accettazione della gravità della Diagnosi del proprio figlio, deve nascere anche una specie di consapevolezza dei propri limiti. Credo sia essenziale  per riuscire ad aiutare veramente il proprio figlio o figlia autistica.

Ogni ordine di scuola ha la sua importanza e se hai un figlio autistico a basso funzionamento, secondo me devi concentrarti su pochi obiettivi, ma con totale fermezza per riuscire a raggiungerli. 

Durante la scuola primaria e la scuola secondaria ho fatto in modo che Ares acquisisse  le conoscenze basi, sì, vero, tutti  gli argomenti servono nella vita, ma non in quella di un  giovane autistico. Ecco perché, sinceramente, del Diploma delle Medie, nonostante mio  figlio  l’abbia raggiunto senza problemi, a  dire il vero io ne  avrei fatto anche a meno.  Così come del Diploma di Maturità, ovviamente, non me ne frega nulla. E  non parliamo della Laurea.

In  questi 5 anni di Liceo Agrario, sto  semplicemente  potenziando le autonomie  di mio figlio, facendo di tutto affinché a scuola migliori  le sue competenze personali. Lavorando a casa affinché  impari a cucinare, si vesta,  si prepari da solo la colazione, si sappia gestire la giornata. E  ovviamente mi  aspetto, che se l’alternanza scuola lavoro  funziona davvero, mio figlio riesca  ad essere  inserito in un  posto di  lavoro dove possa essere utile alla società.

Siccome però non sempre le cose funzionano  alla perfezione,  e sappiamo tutti che alla fine l’alternanza scuola lavoro nelle scuole è deficitaria per i normodotati, figuriamoci per i disabili, mi sto comunque attrezzando insieme ad altri genitori per costruire un futuro migliore ad Ares.

La soluzione non è il Diploma, la soluzione non è accedere a tutti i costi all’esame di Stato. Mettetevelo in testa! I nostri figli non sono più integrati con un Diploma o una Laurea in mano. Non ci serve a nulla, lo capite? Noi dobbiamo lottare affinché il personale che sta a contatto  con i nostri figli sia formato come si deve. Noi dobbiamo lottare  affinché l’A.B.A., ad esempio, sia gratis in ogni comune d’italia. Noi dobbiamo lottare  affinché ci sia l’obbligatorietà di assunzione  nei posti di lavoro dove i nostri figli possono essere davvero utili.

Dobbiamo lottare affinché la legge sul “Dopo di  Noi” sia veramente efficace e non chiacchiera da salotti  politici; affinché  domani, quando non  ci saremo più, ci sia lo Stato, sotto forma di un centro-casa accoglienza spettacolare immerso nel verde, con personale 1:1, gentile e preparato  che abbia a cuore i nostri figli come fossimo noi. Questa  deve  essere la nostra pretesa maggiore e costante.

Siamo davvero sicuri che i nostri figli disabili gravissimi preferiscano il Diploma e la Laurea alla serenità di sentirsi utili e compresi da tutti?

Annunci

3 Comments

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...