Ares: stereotipie e punti di forza. Mio figlio è tutto questo!

 

Sono stata criticata perchè, secondo alcuni, nonostante l’ingente lavoro fatto con Ares, lui continua ad avere stereotipie, ecolalie e comportamenti prettamente autistici (che non nascondo mai quando pubblico un video). Beh, è un complimento bellissimo questo e ne sono orgogliosa. In questo video trovate ecolalie, comportamenti autistici di Ares e anche tanti, ma tanti punti di forza: successi quasi impensabili. Ares è tutto questo!

La mia più grande conquista è proprio quella di aver lasciato, nonostante le tante ore di terapia A.B.A. fatta da PROFESSIONISTI, tutte le caratteristiche di mio figlio perchè lui, Ares, è AUTISTICO! E nessuno può elevarsi al ruolo di profeta giudicando se sia peggio usare l’A.B.A. per dare priorità alle autonomie, alla didattica in funzione del linguaggio, allo sviluppo di un hobby appropriato, alla descrizione, al gioco funzionale, piuttosto che per togliere lo sfarfallio delle mani, il dondolio in macchina, i tic, o le cosiddette manifestazioni inappropriate. La mia scelta è stata quella di usare l’A.B.A. per migliorare mio figlio e non per sostituirlo con un altro!

Cari genitori, state alla larga dai terapisti che vi dicono che le stereotipie si cancellano per sempre: si può toglierne una, ma ne nasce un’altra nel giro di qualche secondo.

L’autismo è impregnato di un miliardo di problemi e le priorità d’insegnamento sono essenziali, altrimenti si rischia di perdere del tempo prezioso, oltre che dei soldi perchè l’A.B.A. costa, e anche tanto. Se incontrate Ares per strada lo troverete così come nel video: saltella, ride, rotola e srotola il suo nastro, dice stereotipie che lo calmano quando è sotto pressione, mette le cose in ordine perfetto, usa le cuffie quando sente un rumore fastidioso, si dondola. Ares è sempre vivace, si muove, cammina spesso incrociando le gambe in modo bizzarro, ma sapete come la penso? CHISSENEFREGAAAAA!!!. Lo stesso Ares sa stirare, si taglia le unghie, non si arrabbia mai se le neghi qualcosa: si dice “bravo” da solo e se ne va, spazza, e anche meglio di me, si lava, cucina la sua pasta, si apparecchia e se la mangia.

E’ un ragazzo equilibrato proprio perchè non l’ho mai snaturato. Ah, dimenticavo: Ares è felice!