ABAS Test di valutazione comportamentale dai 5 i 21 anni

Condivido tutto con voi, lo sapete. Per cui quando mi è capitato fra le mani questo test comportamentale e ho capito quanto poteva essere utile, ho subito pensato che dovevo condividerlo.

Ovviamente questo è soltanto il test, sia chiaro, non ci sono i criteri per valutare (prerogativa dei medici e degli specialisti). Io però ho deciso di condividerlo perchè leggerlo e valutare i propri figli, ci da un’idea di quali siano le abilità che mancano, quelle in cui si può lavorare, quelle che invece sono uno scoglio più grande

ABAS-II Adaptive Behavior Assessment System – Second Edition

L’ABAS-II è una scala di valutazione del comportamento che misura le abilità di vita quotidiana, ossia ciò che le persone effettivamente sono capaci di fare, senza l’aiuto degli altri. È in grado di rilevare tali abilità in soggetti di età compresa tra 0 e 89 anni, che presentano disturbi pervasivi dello sviluppo, ritardo mentale, problemi neuropsicologici, demenze, difficoltà di apprendimento, fattori di rischio biologici e menomazioni sensoriali o fisiche.

STRUTTURA

L’ABAS-II è strutturato in 5 questionari (con un numero variabile di item da 193 a 241) che devono essere compilati dal soggetto stesso o da alcune figure di riferimento (insegnanti, genitori, familiari, caregiver o altre persone che partecipano alle attività quotidiane dell’esaminato), che possono verificare la presenza e la frequenza dei comportamenti. Il questionario per adulti può essere utilizzato anche in autosomministrazione.
Lo strumento indaga 10 aree adattive, riconducibili a 3 domini:

  • ConcettualeComunicazione, Competenze prescolari/scolastiche, Autocontrollo;
  • SocialeGioco/Tempo libero, Socializzazione;
  • Pratico: Cura di sé, Vita a casa/scuola, Uso dell’ambiente, Salute e sicurezza, Lavoro.

A queste si aggiunge l’area Motricità, che è limitata alla valutazione di bambini da 0 a 5 anni.

CARATTERISTICHE CHIAVE

  • Valutazione completa delle competenze di adattamento in tutto il ciclo di vita.
  • Più fonti di informazione concorrenti alla valutazione.
  • Valutazione in contesti diversi: scuola, casa, lavoro, centri sociali.

È UTILE PER

  • Diagnosticare e classificare le disabilità e i disturbi, misurando la loro incidenza nella capacità di condurre una vita autonoma in soggetti di tutte le metà.
  • Misurare le aree adattive in contesti diversi – scuola, lavoro, famiglia, centri sociali – per ottenere un quadro completo delle competenze funzionali di un individuo.
  • Sviluppare piani di trattamento, documentare e monitorare i progressi nel tempo.

Insomma, eccolo qua, leggetelo e pensate a cosa riescono a fare i vostri figli o alunni e a dove, invece, bisogna lavorarci.

ABAS-II – Genitori (5-21 anni)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Autore del questionario: Patti L. Harrison e Thomas Oakland
fonte: giuntipsy