Autismo. Lo stress genitoriale non sparisce, ma si trasforma

La maggior parte dei genitori sperimenta lo stress, ma per chi cresce bambini autistici, la vita di tutti i giorni spesso porta lo stress con la S maiuscola. Dobbiamo impedire che nostro figlio scappi, gestire i loro crolli, discutere con gli insegnanti, evitare immagini o suoni che sovraccaricano i sensi e dipendere continuamente da terapisti o medici. Troppo spesso poi, facciamo tutto ciò privati ​​dal sonno, perché tanti ragazzi autistici non dormono oppure si svegliano nel cuore della notte, e ovviamente, non dormiamo nemmeno noi. 

La cosa terribile (diciamolo) è che non finisce quando i bambini crescono, ma anzi, spesso lo stress aumenta o semplicemente… si trasforma.

Per la maggior parte dei genitori con figli autistici, lo stress inizia quel momento in cui “qualcosa non va”, ci rendiamo conto che il nostro bambino non sta parlando, interagendo o giocando come gli altri bambini piccoli. Il resto della famiglia dice: “esagerata”, il partner aggiunge: “falla finita che così te la tiri”, la nonna: “ma non ha niente, lasciatelo crescere il ragazzino”.

Ma perchè alcuni genitori sono più stressati degli altri?

Il proverbio “Ci vuole un villaggio per crescere un bambino” conta tanto in questo caso. I genitori che sono riusciti a creare un villaggio attorno al bambino autistico, una rete di sostenitori intorno a loro, sperimentano meno stress delle mamme i cui sistemi di supporto sono disfunzionali.

Non pochi studi riportano che i genitori di bambini autistici sperimentano più stress rispetto ai genitori di bambini con sviluppo tipico, ma i ricercatori si sono spinti oltre cercando di capire perché alcuni genitori sperimentano più stress di altri. Si tratta di qualcosa sul tipo di autismo dei loro figli – che può rientrare in uno spettro da lieve a grave – le circostanze della loro famiglia o le loro caratteristiche?

Hanno studiato 283 donne canadesi quando ai loro figli è stata diagnosticato l’autismo, e due anni dopo la diagnosi. 22 

Al momento della diagnosi, le madri i cui figli avevano il comportamento più impegnativo hanno sperimentato maggiore stress. Ma nel tempo, quelli con particolari strategie adattative hanno avuto meno stress. Le mamme che si sono concentrate su come ottenere aiuto, risolvere problemi e trovare un significato nelle loro esperienze hanno resistito al meglio alle tempeste genitoriali. Le mamme che tendevano a evitare i loro problemi e le loro emozioni – soffrivano di più stress. 22

Anche le persone con parenti empatici e collaborativi affermano di trarre vantaggio dalla creazione di un’ampia cerchia di incoraggiamento e aiuto. Non bisogna, infatti, pensare mai di poter farcela da sole, anche se a volte, non è una scelta.

I ricercatori coinvolti nello studio canadese hanno indicato diversi modi per ridurre lo stress. Ai genitori il cui stress deriva principalmente dal comportamento dei loro figli potrebbero essere insegnati modi efficaci per gestire le crisi e altre sfide. Alcune famiglie trarrebbero beneficio dai soggiorni per genitori – una pausa temporanea dall’assistenza – e dalla consulenza matrimoniale, se questi sono i problemi. Ad altri genitori potrebbero essere insegnate migliori capacità per affrontare l’autismo in generale, attraverso tecniche cognitivo-comportamentali o addestramento alla consapevolezza. 22

TROVARE UNA SOLUZIONE A BASSO COSTO ALLO STRESS GENITORIALE

Alcune famiglie potrebbero non avere il tempo e il denaro per la terapia, ma un gruppo di ricercatori ha testato una soluzione relativamente a basso costo: i gruppi di supporto guidati dai genitori. Per lo studio, alcuni professionisti hanno insegnato e supervisionato genitori-mentori per fornire la consapevolezza o lo sviluppo positivo degli adulti. I mentori erano essi stessi genitori di bambini con disabilità. 8

I ricercatori hanno assegnato in modo casuale i genitori di bambini autistici e altre disabilità dello sviluppo a uno dei due gruppi di terapia. Il gruppo ha appreso speciali tecniche di respirazione e rilassamento, meditazione e altri esercizi per migliorare la capacità di adattamento. Nel frattempo, i genitori del gruppo degli adulti hanno imparato a combattere le preoccupazioni, i conflitti e il pessimismo identificando e usando i loro punti di forza e abilità. 8

Entrambi i gruppi di genitori hanno visto riduzioni significative di stress, depressione e ansia dopo sei settimane di trattamento. 8

Che aspetto ha la consapevolezza? Diciamo che tuo figlio sta avendo una crisi nel negozio. Per prima cosa ti rendi conto e accetti la tua ansia e frustrazione, quindi ti concentri su come rispondere alla crisi, senza lasciare che i tuoi pensieri vadano verso gli sguardi degli altri e possano influenzare il tuo processo decisionale.

“ACCETTAZIONE” COME PERCORSO PER ALLEVIARE LO STRESS NELL’AUTISMO

Un altro potenziale riduttore di stress è praticare l’accettazione, ha detto il dottor Amy Keefer PhD, psicologa clinica presso il Centro per l’autismo e i disturbi correlati del Kennedy Krieger Institute. I genitori che accettano l’autismo del loro bambino oggi sembrano stare meglio, ha detto.

Il dottor Keefer ha detto che concentrarsi sul presente può aiutare. “Penso che i genitori che se la cavano meglio siano quelli che possono celebrare ogni risultato e miglioramento dello sviluppo nel momento in cui si verifica, e che non sono concentrati su un risultato finale, spesso inarrivabile come l’uscita dalla diagnosi, ad esempio. Questi genitori praticano l’essere ‘nel momento ‘contro la misurazione del progresso rispetto a un risultato ideale “.

Altre strategie per alleviare lo stress:

Pensiero positivo e dialogo
Il pensiero positivo e dialogo interiore aumentano i tuoi sentimenti positivi. E sentirsi positivi aumenta la tua capacità di far fronte a situazioni stressanti.

Ad esempio, potresti avere un pensiero negativo come “La gente probabilmente pensa che io sia un cattivo genitore”. Puoi sfidare questo pensiero chiedendoti: “Come faccio a sapere cosa le persone penseranno?” Potresti anche usare pensieri più positivi, come “A chi importa cosa pensano gli altri?”, “Posso farlo” o “Stai calmo”.

Più pratichi un dialogo interiore positivo, più automatico diventerà nella tua vita. Inizia a esercitarti in una situazione che ti causa stress, quindi passa a un’altra.

Strategie di rilassamento e respirazione
Pratica alcuni esercizi di respirazione e tecniche di rilassamento muscolare . Se pratichi e usi esercizi di rilassamento non appena senti segni di stress, o quando sai che stai entrando in una situazione che ti rende stressato, puoi sicuramente calmarti.

Puoi anche dedicare un po ‘di tempo ogni giorno al rilassamento, alla meditazione o alla consapevolezza. Anche 10 minuti all’inizio o alla fine della giornata potrebbero essere sufficienti. Questo potrebbe aiutarti a dormire meglio e a sentirti più positivo durante il giorno.

Organizzarsi
Lo stress è spesso correlato alla sensazione che le cose siano fuori dal tuo controllo. Organizzarsi è un modo molto efficace per tenere sotto controllo le cose, compresi i livelli di stress.

Ad esempio, se hai un elenco di cose che devi fare, puoi scorrere l’elenco, concentrandoti su una cosa alla volta. E ti sentirai bene cancellando le cose dalla lista.

Potresti anche provare a mettere in atto alcune routine familiari . Le routine aiutano la tua famiglia a svolgere le tue attività in modo più efficiente e a liberare tempo per cose più divertenti. È possibile modificare queste routine per i bambini con esigenze aggiuntive .

Trovare tempo per piacevoli attività familiari Quando hai un bambino autistico, potresti dimenticarti di ritagliarti del tempo per te stesso. Puoi ridurre i livelli di stress nella tua famiglia assicurandoti che tutti i membri della famiglia, te compreso, abbiano il tempo di fare cose che li facciano sentire bene.

Un modo per farlo è convincere tutti i membri della tua famiglia a fare un elenco delle cose che amano. Quindi cerca di assicurarti che tutti possano fare qualcosa dalla loro lista ogni giorno o ogni due giorni. Gli elenchi dovrebbero contenere un mix di attività che variano in termini di costi e tempi.

Mantenere e modificare le tradizioni e i rituali familiari

Le tradizioni e i rituali familiari possono darti un senso di appartenenza e di unione. Questo può rafforzare i tuoi rapporti familiari, che ti aiuteranno a superare i momenti di stress.

Potresti dover modificare le tue tradizioni per adattarle alle esigenze del tuo bambino autistico. Ad esempio, potrebbe essere meno stressante pianificare un viaggio di fine settimana in campeggio un po’ più vicino a casa in modo da trascorrere meno tempo in macchina.

Supporto da familiari e amici
Quando un bambino riceve una diagnosi di autismo, la famiglia e gli amici possono essere una grande fonte di supporto pratico, se non ti abbandonano ovviamente

È bene chiedere aiuto se ne hai bisogno. Potrebbe essere semplice  chiedere a un membro della famiglia allargata di fare da babysitter per alcune ore, una notte o chiedere a una nipote o nipote più grande di portare i tuoi figli al parco. Questo potrebbe trasformarsi in un’attività divertente per tuo figlio e per il membro della famiglia allargata, oltre a darti un po’ di tempo per te stesso o per fare altre cose.

Ottenere aiuto specifico per lo stress

Se tu o qualsiasi altro membro della famiglia vi sentite molto stressati ogni giorno, potrebbe essere utile parlare con un medico. Potresti iniziare vedendo il tuo medico di famiglia, che può aiutarti a fare un piano per la gestione dello stress. E in seguito, se necessario, sentire uno psicologo, magari lo stesso che segue tuo figlio autistico.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Riferimenti: iancommunity, rasingchildren
  1. Malow BA, Byars K, Johnson K, et al. Un percorso pratico per l’identificazione, la valutazione e la gestione dell’insonnia in bambini e adolescenti con disturbi dello spettro autistico. Pediatria . 2012; 130 (2): 106-124. Astratto .
  2. Miodrag N, Hodapp RM. Stress cronico e salute tra i genitori di bambini con disabilità intellettive e dello sviluppo. Psichiatria di Curr Opin . 2010; 23 (5): 407-411. Astratto .
  3. Hayes SA, Watson SL. L’impatto dello stress genitoriale: una meta-analisi di studi che confrontano l’esperienza dello stress genitoriale nei genitori di bambini con e senza disturbo dello spettro autistico. J Autism Dev Disord . 2013; 43 (3): 629-642. Astratto .
  4. Bonis S. Stress e genitori di bambini con autismo: una revisione della letteratura. Problemi Ment Health Nurs . 2016; 37 (3): 153-163. Astratto.
  5. Abbeduto L, Seltzer MM, Shattuck P, Krauss MW, Orsmond G, Murphy MM. Benessere psicologico e capacità di adattamento nelle madri di giovani con autismo, sindrome di Down o sindrome dell’X fragile. Sono J Ment Retard . 2004; 109 (3): 237-254. Astratto .
  6. Hastings RP. Problemi comportamentali del bambino e salute mentale del partner come correlati allo stress nelle madri e nei padri di bambini con autismo. J Intellect Disabil Res . 2003; 47 (Pt 4-5): 231-237. Astratto
  7. Zablotsky B, Anderson C, Law P. L’associazione tra sintomatologia dell’autismo infantile, qualità della vita materna e rischio di depressione. J Autism Dev Disord . 2013; 43 (8): 1946-1955. Astratto .
  8. Dykens EM, Fisher MH, Taylor JL, Lambert W, Miodrag N. Ridurre il disagio nelle madri di bambini con autismo e altre disabilità: uno studio randomizzato. Pediatria . 2014; 134 (2): e454-63. Astratto.
  9. Kazdin AE. Disfunzione di bambino, genitore e famiglia come predittori di esito nel trattamento cognitivo-comportamentale dei bambini antisociali. Behav Res Ther . 1995; 33 (3): 271-281. Astratto .
  10. Osborne LA, McHugh L, Saunders J, Reed P. Lo stress genitoriale riduce l’efficacia dei primi interventi di insegnamento per i disturbi dello spettro autistico. J Autism Dev Disord . 2008; 38 (6): 1092-1103. Astratto .
  11. Robbins FR, Dunlap G, Plienis AJ. Caratteristiche della famiglia, formazione familiare e progresso dei bambini piccoli con autismo. Journal of Early Intervention . 1991; 15 (2): 173-184. doi: 10.1177 / 105381519101500206 Astratto .
  12. Myers BJ, Mackintosh VH, Goin-Kochel RP. “La mia più grande gioia e il mio più grande dolore al cuore:” Le parole dei genitori su come avere un figlio nello spettro autistico ha influenzato le loro vite e le vite delle loro famiglie. Ricerca sui disturbi dello spettro autistico . 2009; 3: 670-684. http://dx.doi.org/10.1016/j.rasd.2009.01.004
  13. Fischbach RL. I genitori e gli scienziati sono d’accordo sull’ASD? https://iancommunity.org/webinar-views-parents-and-scientists-about-autism . Aggiornamento 2015. Accesso 21 gennaio 2016.
  14. Kinnear SH, Link BG, Ballan MS, Fischbach RL. Comprendere l’esperienza dello stigma per i genitori di bambini con disturbo dello spettro autistico e il ruolo che lo stigma gioca nella vita delle famiglie. J Autism Dev Disord . 2015. Abstract .
  15. Johnson KP, Malow BA. Dormi nei bambini con disturbi dello spettro autistico. Opzioni del trattamento di Curr Neurol . 2008; 10 (5): 350-359. Astratto .
  16. Levin L, Carr EG. Selettività alimentare e comportamento problema nei bambini con disabilità dello sviluppo. analisi e intervento. Behav Modif . 2001; 25 (3): 443-470. Astratto .
  17. Thullen M, Bonsall A. Qualità della co-genitorialità, stress genitoriale e difficoltà di alimentazione nelle famiglie con un bambino con diagnosi di disturbo dello spettro autistico. J Autism Dev Disord . 2017: 1-9. Astratto .
  18. Cidav Z, Marcus SC, Mandell DS. Implicazioni dell’autismo infantile sull’occupazione e sui guadagni dei genitori. Pediatria . 2012; 129 (4): 617-23. Astratto .
  19. Baker DL, Drapela LA. Principalmente la madre: concentrazione degli effetti negativi sull’occupazione sulle madri di bambini con autismo. Il Social Science Journal . 2010; 47 (3): 578-592. Astratto .
  20. Parish SL, Cloud JM. Benessere finanziario dei bambini piccoli con disabilità e delle loro famiglie. Lavoro sociale . 2006; 51 (3): 223-232. Astratto .
  21. Parish SL. Giocoleria e lotta: uno studio preliminare sulla vita lavorativa di madri con adolescenti che hanno disabilità dello sviluppo. Ment Retard . 2006; 44 (6): 393-404. Astratto .
  22. Zaidman-Zait A, Mirenda P, Duku E, et al. Impatto delle risorse personali e sociali sullo stress genitoriale nelle madri di bambini con disturbo dello spettro autistico. Autismo . 2017; 21 (2): 155-166. Astratto .
  23. Lovaas OI. Trattamento comportamentale e normale funzionamento educativo e intellettuale nei bambini autistici. J Consult Clin Psychol . 1987; 55 (1): 3-9. Astratto .
  24. Helt M, Kelley E, Kinsbourne M, et al. I bambini con autismo possono riprendersi? se é cosi, come? Neuropsychol Rev . 2008; 18 (4): 339-366. Astratto .
  25. Sutera S, Pandey J, Esser EL, et al. Predittori di esito ottimale nei bambini con diagnosi di disturbi dello spettro autistico. J Autism Dev Disord . 2007; 37 (1): 98-107. Astratto .
  26. Foto di Liza Summer da Pexels
    Foto di Gustavo Fring da Pexels
    Foto di August de Richelieu da Pexels
    Foto di Liza Summer da Pexels
    Foto di Kat Jayne da Pexels
    Foto di Klaus Nielsen da Pexels
    Foto di Yan Krukov da Pexels