L’importanza nell’autismo delle mappe concettuali. Video di Ares studiando le invasioni barbariche

Le mappe concettuali sono un salvavita prezioso per l’insegnamento dei ragazzi con autismo. Sono davvero un potente mezzo per facilitare la comprensione e la memorizzazione, l’organizzazione del pensiero e dell’apprendimento.

La mappa concettuale può essere usata dai primi anni del percorso scolastico dell’allievo disabile fino all’università. Ha la proprietà di aiutare l’alunno ad operare una visione di insieme dei dettagli e soprattutto rende concreto un concetto astratto che molti ragazzi con autismo non riescono a comprendere.

Una mappa concettuale può anche essere costruita in classe, in un piccolo gruppo, con elementi incollati, rendendola anche divertente, quando si tratta soprattutto di bambini della scuola primaria.

Per noi è diventato uno strumento essenziale che facilita la decodifica di un testo ascoltato e permette di integrare più informazioni e variabili in una rappresentazione non sequenziale di un campo di conoscenza.
Le mappe diventano strumento di apprendimento e di compensazione della fatica necessaria per leggere e controllare lettura e scrittura. Facilitano l’organizzazione e il recupero di informazioni attraverso una rappresentazione grafica alternativa al testo scritto.

L’utilizzo delle mappe concettuali:

  • favorisce l’apprendimento tramite la schematizzazione dei concetti principali;
  • sviluppa le capacità di analisi, sintesi e categorizzazione;
  • stimola l’autonomia nello studio;
  • permette un facile ripasso degli argomenti;
  • aiuta il recupero delle informazioni durante le verifiche scritte e orali (il loro utilizzo è un diritto per gli studenti con DSA)
  • promuove la scrittura partendo da schemi preorganizzati.”

Vi faccio vedere come Ares ha memorizzato benissimo l’argomento “Le invasioni barbariche” usando la mappa concettuale.IMG_20171025_1649235

L’obiettivo finale, per lui, come per qualunque allievo, disabile o no, è quello di essere autonomo, e tramite un percorso graduale, riuscire a riassumere e schematizzare un testo o un argomento, arrivando a creare la propria mappa concettuale.

E a proposito di mappe concettuali vi consigli QUESTO LIBRO che, fra i tanti, si occupa di questo tema proprio collegato all’autismo.

Esiste, inoltre, un programma (supermappe) ideale per creare mappe multimediali aggiungendo immagini, disegni, ecc.

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...