CUBA, come funzionano le scuole speciali per i bambini con autismo

 

Vi ho già parlato in un articolo precedente del modo con cui viene trattato l’autismo a Cuba, isola dove sono nata. Allora ponevo la domanda:  PORTARE I BAMBINI CON AUTISMO NELLA STESSA SCUOLA DEI “NORMODOTATI”: HA SENSO SE POI L’INCLUSIONE NON AVVIENE CORRETTAMENTE?  

Oggi invece voglio entrare nei dettagli del sistema scolastico speciale di Cuba, in modo che abbiate la possibilità di paragonarlo, per quanto possibile, con quello nostro.

Ho telefonato poco fa alla scuola speciale  Dora Alonso, che si trova nella capitale di Cuba, l’Avana, e ho avuto le informazioni base per riuscire a farci insieme un’idea.

Innanzitutto a Cuba, va detto, l’incidenza dell’autismo è molto bassa. Il giornale digitale argentino El Cisne ha detto di recente che statistiche internazionali calcolano che a Cuba ci sono 100 volte meno persone con autismo rispetto agli Stati Uniti.

Cuba ha un sistema di educazione speciale con circa 372 scuole e un’iscrizione di 39.340 studenti (dati del 2013), dove si seguono bambini e giovani con autismo e altri handicap, che meritano cure e attenzioni specifiche.

In queste istituzioni esiste una media di un insegnante ogni tre alunni, ma in alcuni casi il rapporto è 1:1, secondo la gravità dei casi.

In pratica funziona così: una volta ricevuta la diagnosi il bambino, a 3 anni, entra in una di queste scuole, (ne esistono diverse sparse lungo tutta l’isola), ed esce a 17 anni pronto per essere inserito nel mondo lavorativo. In alcuni casi, come ad esempio nella scuola DORA ALONSO, ci sono due adulti autistici, di oramai 30 anni, che sono stati cresciuti ed educati nella scuola, e che ora lavorano all’interno dell’Istituto Scolastico.

Alcune scuole come appunto la scuola Dora Alonso, ricevono bambini molto piccoli, dai 3 anni fino ai 7 anni. Poi questi bambini hanno a disposizioni altre scuole speciali dove possono restare fino ai 17 anni, per poi appunto cominciare a lavorare.

Preferibilmente le scuole sono immerse in ampie aree verdi, lontane dai rumori e gli obiettivi sono:

  • Riuscire a stimolare i bambini il prima possibile tramite diverse modalità d’intervento.
  • Garantire la preparazione di tutti i professionisti per riuscire a proporre un buon Processo Educativo.
  • Il raggiungimento della massima efficacia nel processo di valutazione e di intervento
  • Preparare gli allievi per garantire la qualità della loro permanenza e della loro uscita dalla scuola.
  • Formare la famiglia affinché sappia come trattare i propri figli con autismo.

Nelle scuole esiste un team di professionisti composto da: insegnanti, ausiliari pedagogici e specialisti (psichiatri, psicologi, logopedisti, ecc.)  scelti per la loro preparazione professionale e per la loro sensibilità e umanità, dedizione e amore dimostrati per i bambini. Quindi nelle scuole dei bambini autistici lavorano i migliori insegnanti, i migliori professionisti.

All’interno del percorso scolastico, mi diceva il responsabile commerciale della scuola Dora Alonso, si lavora molto con le autonomie dei bambini. Questo è uno degli obiettivi prioritari: insegnare ai bambini a mangiare da soli, a vestirsi. In alcuni casi, ci sono bambini che sono entrati senza parlare e sono usciti che parlavano (racconta il responsabile commerciale con entusiasmo). Inoltre si pratica ogni tipo di attività extrascolastica come l’equinoterapia, il disegno, la pittura, lavori manuali, cucina, cucito, e tutto quello che può, in qualche modo, contribuire alla futura indipendenza dell’allievo.

Dopo lunghi anni di ottimo lavoro con l’autismo, Cuba, è stata scelta nel 2013 come sede del Primo Incontro Internazionale sull’Autismo e l’inclusione. Mentre nel 2016 il Palacio de las Convenciones dell’Avana ha ospitato il 7° Congresso Internazionale di Educazione Speciale e il 4° Simposio di Educazione Elementare.

 

Annunci

One Comment

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...