6 cose da considerare quando scegli la scuola di tuo figlio

 

Mentre guido, mi viene in mente questo periodo di 5 anni fa quando ho visitato per la prima volta il liceo che Ares frequenta oggi, e che oramai sta lasciando. Tutte le incertezze, i dubbi, i timori di ciò che l’anno a seguire avrebbe portato.

Oggi posso, onestamente dire, che non avremmo potuto fare una scelta migliore. Ares si è trovato benissimo in questo Liceo Agrario, è cresciuto sia nella didattica, che come persona, e anche se Ares non è il massimo dell’espressione dialettale, oserei dire che adora questa scuola.

Come sono arrivata a questa scelta e cosa dovresti osservare quando valuti qual è la scuola giusta per tuo figlio?

SEGUI IL TUO ISTINTO

Ricorda sempre che un dépliant può dirti poche cose reali, invece visitare le scuole è proprio un’altra storia. Lì ti puoi fare un’idea veritiera e seguire il tuo istinto da odori, sensazioni…Fai un giro e immagina tuo figlio lì, chiediti se potrebbe sentirsi felice in quel luogo. Parla con il personale chiave per valutare quanto siano disponibili e scegli una scuola in cui ti senti a tuo agio se devi chiamare in caso di problemi.

ASCOLTA TUO FIGLIO

Per “ascoltare” intendo portarlo con te nelle scuole da visitare e osservare come si comporta fra le mura degli edifici della scuola. Guarda se sono di uno stile schiacciante oppure se sono ampi e riesce a sentirsi libero, per quanto le aule siano ovviamente chiuse. Bisogna trovare un ambiente in cui si senta libero, ma al contempo al sicuro. Dove ci siano recinsioni sicure, dovesse scappare un giorno. Tutto ciò è molto importante nel processo di selezione.

MISURA LA LORO CONOSCENZA DELL’AUTISMO

Parla con il referente del sostegno e chiedi apertamente della loro esperienza di lavoro con le persone autistiche. Le prime impressioni riguardo la loro conoscenza sono fondamentali per capire dove porti tuo figlio ogni giorno. 

PARLA CON ALTRI GENITORI …

… ma segui i loro consigli con cautela. Quando si tratta di scuole, non c’è mai la misura giusta per tutti. Quindi chiedi come gli altri genitori trovano la scuola e ascoltando le loro parole, scopri le cose che funzionano per i loro figli e le cose che funzionano. Quindi guarda tuo figlio e pensa a come queste cose potrebbero avere un impatto su di lui. Ricorda che è una tua scelta, non la loro.

Osserva gli spazi

Quando si sceglie un Liceo, ad esempio, i ragazzi sono in un’età difficile, ormoni a mille, crescita smisurata e serve sfogo. Ma anche se si tratta di una scuola media o di una elementare, è sempre meglio scegliere una scuola dove ci sia spazio. Nel corso di questi anni, molte crisi di Ares sono state evitate per via dei grandi spazi della sua scuola: 80 ettari di terra dove poter camminare quando si è al limite. Mezzi si trasporto, mucche, pecore, ambienti totalmente diversi dall’aula. Ecco, osserva in quali spazi si muoverà tuo figlio e dove potrebbe andare se ha una crisi o un semplice momento di stanchezza.

Informati sulle attività alternative

E’ essenziale per i nostri figli contare su attività diverse dalla matematica, l’italiano e la geografia. Laboratori, momenti di aggregazione che siano inclusivi e divertenti. Dove possano sfiorare le abilità di tuo figlio, dove ci si possa cimentare in altre attività, totalmente distinte dalla didattica classica.