Passatempo sotto l’ombrellone

Cosa fa Ares sotto l’ombrellone? Guardate voi stessi. Le giornate rilassanti delle vacanze si scandiscono così. Approfitto per inserire cibi nuovi (“perchè purtroppo non c’era quindi c’è solo questo”) e mi organizzo al volo per mantenere le autonomie (ho inventato una sequenza visiva in due minuti perchè il bidè qui è diverso) quindi rischiavo di giocarmi la tanto collaudata autonomia in bagno😌.

Le vacanze, insomma, sono attimi da cogliere per rafforzare abilità acquisite e per osare con richieste ed esperienze nuove, per sensibilizzare qualcuno che ancora non sa che l’autismo sia anche grave, ma pensa tuttora a Rain Man. In attesa di settembre, quando tutto comincerà da capo e in un modo o in un altro, come sempre, torneremo a combattere con le istituzioni.