Dove andare e cosa fare con l’Assistente Domiciliare?. 8 idee.

Bene! Abbiamo finalmente l’Assistente Domiciliare. Dopo tanta attesa finalmente ci è stato assegnato un ragazzo di una Cooperativa vicina. E’ inverno, spesso piove. Il comune non offre nessuna attività coinvolgente, non dispone di nessun centro per fare attività manuali o ricreative. Dove va l’assistente con mio figlio pur di riempire lo spazio delle 6 ore settimanali che ha a sua disposizione?

E’ la domanda che mi sono posta spesso quando, soprattutto da novembre a marzo, nei mesi invernali più freddi, arrivava l’assistente domiciliare a casa mia e gli affidavo Ares con grande stima, ma con tanta incertezza su cosa avrebbero fatto in giro per la città: “fare passeggiate” rimaneva sempre molto generico come concetto, soprattutto se pioveva o faceva molto freddo. Più di una volta sono stata costretta a disdirlo, pur di evitare che Ares si ammalasse, preferivo davvero che rimanesse sul divano di casa piuttosto che mandarlo in giro senza una meta.

Diciamo inoltre che Ares lavora tantissimo durante la settimana, sia a scuola che durante le terapie, di conseguenza, avevo sempre immaginato che il momento lasciato all’assistenza domiciliare fosse diverso dalla quotidianità, meno strutturato.

Piano piano però abbiamo svoltato la situazione. Come? Innanzitutto coinvolgendo l’assistente con i terapisti ABA, dando a lui precisi compiti da svolgere nella quotidianità delle sue uscite con Ares.

  1. Il cinema: Ares non riusciva a vedere un film completo. Con l’assistente invece abbiamo deciso di destinare una giornata intera al cinema. Previo accordo con la direzione del cinema, abbiamo scelto dei film specifici (semplici e che potessero piacere ad Ares), un orario consono (non troppo affollato) e con l’assistente Ares è riuscito nel giro di poco tempo a vedere un film completo alzandosi soltanto durante l’unica pausa.
  2. Ho affidato all’assistente le ore di nuoto di Ares. Lui lo accompagnava, e con lui Ares, per la prima volta, ha imparato a fare il bagno da solo, a insaponarsi, a usare il phone senza tapparsi le orecchie, a vestirsi da solo. E’ stato un crescendo di successi, finchè poi il nuoto finì.
  3. Ed lì che subentrò il Bowling: devo dire che è stata una salvezza pensare al bowling, perchè è un divertimento che a molti autistici piace, e in più si svolge al chiuso, quindi zero problemi di pioggia e freddo. Al divertimento di far cadere i birilli abbiamo sempre aggiunto l’insegnamento di alcune competenze  come indossare da solo le scarpe adatte, ecc.

  4. I centri  commerciali e i negozi: sembra assurdo ma con l’assistente Ares si è piano piano allenato ad entrare in questi luoghi rumorosi e affollati,  posti che prima  era quasi impensabile frequentasse se non obbligato, quasi trascinato. 
  5. Gelateria fai da te: Qui pure devo dire che siamo stati fortunati perchè non so da voi, ma a Roma esiste Selfie, una gelateria dove il gelato lo crei tu, aggiungendo ogni ingrediente o dettaglio, e devo dire che con l’assistente Ares si è allenato ogni giorno nella creazione del proprio gelato:
  6. Autonomia totale nelle macchinette dei centri commerciali e valore dei soldi. Qui non vi dico niente, vi faccio direttamente vedere il video. Tutto merito del mio assistente domiciliare.
  7. Macchinette da scontro: impensabile anni prima. Troppo rumorose, imprevedibili, invece con l’assistente anche questo traguardo lo abbiamo raggiunto.
  8. Cibi nuovi (Ares è rigidissimo con le pietanze che mangia). Con Fabrizio invece, il suo assistente, ha scoperto nuovi sapori di pizza, ad esempio e oramai la mangia anche con la mozzarella.

Insomma, con Fabrizio, diciamo che Ares è migliorato moltissimo, sia nel comportamento fuori casa (sempre consigliato dal supervisore ABA), sia nelle autonomie, sia nell’acquisizione di diverse abilità: uso e valore dei soldi, ecc. Laddove spesso noi genitori non arriviamo per stanchezza e mancanza di tempo, pensateci bene: potrebbe arrivarci senza ombra di dubbio il prezioso assistente domiciliare!

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...