Esercizi di logopedia da provare con tuo figlio autistico

I bambini con diagnosi di disturbo dello spettro autistico spesso hanno problemi con le capacità di comunicazione come la comprensione e l’interpretazione del linguaggio. La logopedia è progettata per migliorare tutte le aree di comunicazione del bambino e prima porti tuo figlio dal logopedista, maggiori sono le possibilità di migliorare le sue capacità di comunicazione.

Uno dei maggiori ostacoli da superare quando si ha un bambino con diagnosi di autismo può essere la comunicazione. La logopedia aiuta a sviluppare le capacità linguistiche espressive e ricettive di tuo figlio per aiutarlo a comunicare in modo efficace. Ciò include imparare a usare funzionalmente le parole, esprimersi con la lingua parlata o con i gesti e imparare quando e come comunicare in un modo socialmente accettabile o appropriato.

Questo articolo tratterà un elenco di esercizi di logopedia facili e divertenti che puoi fare a casa con tuo figlio per aiutarlo a migliorare le sue capacità di comunicazione in diversi contesti. Parlerò anche della necessità della logopedia e del modo in cui funziona per alcuni bambini autistici. 

La necessità della logopedia

Ci sono una serie di ragioni per cui alcuni bambini autistici hanno bisogno della logopedia. Secondo studi trovati con il National Institutes of Health, si stima che circa il 25-50% dei bambini con diagnosi di autismo non sia verbale o abbia difficoltà a comunicare con gli altri.

La logopedia viene utilizzata per qualcosa di più delle semplici difficoltà di comunicazione. Può anche aiutare con le capacità motorie e cognitive fini. Secondo l’American Speech-Language-Hearing Association, “il coinvolgimento dei genitori gioca un ruolo fondamentale nello sviluppo della comunicazione di tuo figlio”.

Questi esercizi potrebbero aiutare nel caso dei seguenti porblemi:

  • Sfide nell’alimentazione
  • Muscoli orali deboli
  • Difficoltà a capire il significato delle parole e il modo appropriato di usarle
  • Mancanza di contatto visivo o capacità di gesticolare o comunicare in modo non verbale
  • L’incapacità di interagire socialmente con gli altri

Esercizi da provare a casa

Offrire scelte

Questa attività insegna a interagire con gli altri, usando i gesti e il contatto visivo, aiuta con la comunicazione funzionale e aiuta lo sviluppo del vocabolario. L’esercizio incoraggia tuo figlio a indicare ciò che vuole e ad associare al suo nome.

Esempi di come offrire scelte:

All’ora dei pasti, prendi 2-3 dei cibi preferiti di tuo figlio e lascia che sia tuo figlio a scegliere ciò che vorrebbe mangiare. Se si tratta di hamburger e crocchette di pollo chiedi a tuo figlio indicando l’oggetto: “Vuoi l’hamburger o le crocchette di pollo?”

Quando vesti tuo figlio la mattina, lascia che scelga il colore dei calzini da indossare. Tieni ancora due scelte e indica ciascuna opzione mentre chiedi “Vuoi indossare questo o quel colore?”

L’obiettivo dell’esercizio è far sì che tuo figlio indichi l’oggetto o selezioni verbalmente l’oggetto preferito.

Insegnare le parole essenziali

Le parole essenziali che possono essere utilizzate in più situazioni sono essenziali per aiutare i bambini autistici a comunicare. Le parole e i segni più comuni insegnati nella logopedia includono “ancora”, “fatto” e “aiuto”. Se tuo figlio non è verbale o ha un vocabolario limitato, può esprimere bisogni e desideri di base utilizzando le parole essenziali.

In casa puoi iniziare con la parola “ancora” e usarla durante i pasti. Servi a tuo figlio una piccola porzione di cibo durante i pasti e, quando ha finito di mangiare ciò che ha nel piatto, mima il gesto “ancora” mentre pronunci la parola. Se questa è la prima volta che tenterai questo esercizio con tuo figlio, potresti doverlo suggerire.

Questo esercizio ha lo scopo di insegnare a tuo figlio come comunicare ciò che vuole. Se tuo figlio dice la parola o la scrive, ha completato con successo l’esercizio. Questo esercizio è utile per i bambini che non sono in grado di comunicare verbalmente i propri desideri e bisogni.

Giocare a giochi di abbinamento e ordinamento

Classificare o ordinare gli oggetti aiuta tuo figlio a capire il loro scopo, così come le somiglianze e le differenze negli attributi degli oggetti. Questo tipo di esercizio terapeutico può aiutare a sviluppare le capacità di risoluzione dei problemi di tuo figlio.

Un modo divertente per implementarlo in casa è ordinare le immagini che disegni, ritagli dalle riviste, ecc. Raggruppa le immagini in base ad attributi simili, che si tratti di cibi che mangi, frutta e verdura o cose che indossi. Mescola e abbina le immagini per aiutare tuo figlio a identificare i problemi (con le immagini) e le soluzioni per risolverli.

Per i più piccoli, puoi chiedere a tuo figlio di ordinare gli oggetti in base al colore e alla forma. I puzzle sono un modo eccellente per i bambini piccoli di affinare le loro capacità di risoluzione dei problemi perché hanno bisogno di trovare un modo per far sì che i pezzi si adattino al loro posto.

Dai un’occhiata anche a: Il trattamento dei disturbi del linguaggio all’interno dell’intervento comportamentale

Leggere con tuo figlio

La lettura è sempre stata un’attività incoraggiante da fare quando hai un bambino autistico o di sviluppo tipico.  Mentre stai leggendo con tuo figlio, indica ogni immagine e dì a tuo figlio cosa sta guardando. A seconda del livello delle capacità di comunicazione di tuo figlio, puoi fare domande sulle immagini o chiedere a tuo figlio di indicarle. Un esempio potrebbe essere se stai guardando un libro con immagini di animali, se c’è un’anatra gialla, chiedi a tuo figlio di indicarlo.

Partecipa a una conversazione sul libro. A seconda dell’età evolutiva di tuo figlio, puoi fare a turno delle domande sul libro. Fai domande sui personaggi con il formato “sì o no”.

 

 

attività dei muscoli facciali

Le attività dei muscoli facciali sono importanti per i bambini con capacità motorie orali indebolite. Il tono dei muscoli facciali può avere un effetto sull’articolazione del linguaggio nel bambino. Esercitati a fare facce e suoni divertenti con lui / lei. Fatti imitare mentre ti guardi allo specchio.

Potresti fare questo esercizio con tuo figlio ogni giorno, specialmente davanti a uno specchio, in modo che il bambino possa vedere se sta facendo gli stessi movimenti con la bocca.

cartellone con immagini

I cartelloni illustrati sono un’importante forma di comunicazione con i bambini autistici che hanno difficoltà di comunicazione e linguaggio. 

Puoi usarne uno per aiutare tuo figlio a capire l’ordine in cui svolgere le diverse attività. Ad esempio, l’immagine di un bambino che gioca può rappresentare il tempo di gioco e l’immagine di un bambino che mangia può rappresentare l’ora del pasto e quindi puoi dire a tuo figlio “prima è l’ora del pasto, poi è l’ora del gioco”.

Attività sensoriali

È noto che una grande percentuale di bambini autistici soffre di disturbi dell’elaborazione sensoriale. Ciò influisce nel modo in cui il loro cervello elabora, comprende, interpreta e riceve le informazioni attraverso i sensi. Il gioco sensoriale è progettato per esporre tuo figlio a una serie di abilità comunicative attraverso l’uso dei suoi sensi.

Gli esercizi sensoriali vengono eseguiti attraverso l’uso di contenitori, bottiglie e / o borse sensoriali. Nuove parole vengono introdotte esplorando i sensi e la comunicazione si ottiene interagendo con tuo figlio e facendo domande.

Esempio: usa contenitori e bottiglie sensoriali con tuo figlio riempiendo delle bottiglie con acqua e glitter. Scuote la bottiglia o la fai girare per osservare il movimento del luccichio. Poi chiedi al bambino di mostrarti come si produce il luccichio nelle bottiglie, in modo che lui ripeta lo stesso gesto.

cantare insieme

Molti bambini autistici amano cantare insieme e questo esercizio può aiutarli a riconoscere le parole e ad associare i suoni agli oggetti. Questo introduce tuo figlio a nuove parole e suoni, riuscendo ad associarli correttamente.

Esempio: scegli una canzone che contenga i versi degli animali perché gli insegna diversi suoni da fare, cosa sono gli animali in una fattoria e i versi che fanno gli animali.

Attività di gioco regolari

Impegnarsi in attività di gioco regolari con tuo figlio è un ottimo modo per comunicare con lui / lei ed espandere il suo vocabolario. Puoi prendere uno dei suoi giocattoli preferiti come ad esempio un camion o un’auto e imitare i suoni della macchinina insieme al bambino, chiedendogli: cosa fa la macchina? Che suono è questo? Questo aiuta tuo figlio a formare frasi e mettere insieme le parole.

riassunto

Questo articolo ha elencato una serie di esercizi che possono essere usati a casa per aiutare a migliorare le capacità comunicative e linguistiche di tuo figlio. Come puoi vedere, le attività sono divertenti e facili da fare e la maggior parte di esse si realizza giocando con tuo figlio. Questo è ciò che rende facile incorporare queste capacità di comunicazione nella vita quotidiana al di fuori della terapia.

Quando sei un genitore o un caregiver coinvolto attivamente nella terapia di tuo figlio, stai aiutando tuo figlio ad avere un motivo per comunicare e un motivo per usare il linguaggio in maniera funzionale quotidianamente. Si consiglia di lavorare con un logopedista o un esperto del linguaggio come guida e supporto per questi esercizi e per aiutare il bambino a migliorare le sue abilità linguistiche.

 

 

 

 

 

 

 

 

Le immagini sono di Pixabay