Autismo. Schedule visiva per supportare le attività quotidiane

Le schedules visive non sono altro che un elenco di passaggi per la pianificazione delle attività da compiere. Si usano anche con gli anziani malati di Alzheimer, con lo scopo di ricordare quello che si deve fare.

Si possono utilizzare anche per spiegare le attività della giornata, come ad esempio, svegliarsi, fare il letto, lavarsi i denti, fare colazione, prendere lo zaino e andare a scuola. Oppure per illustrare i passaggi di un compito più complesso come fare la lavatrice, accendere il PC, cucinare, ecc.

Nel caso di Ares, il nostro supervisore Bassani, le ha suggerite perchè Ares, quando esce con l’assistente domiciliare, pensa esclusivamente alla merenda che dovrà consumare, dopo la quale vuole tornare subito a casa. Qualche volta invece, ci sono visite, mostre, ecc, che andrebbero visitate PRIMA della merenda, mentre Ares pensa subito a fare merenda per poi andar via.

Con le schedules visive invece, abbiamo creato un elenco di passaggi da compiere prima di consumare la merenda, che sarà letto ad Ares prima delle uscite e che sarà a lui mostrato anche fuori, se ci fosse necessità.

Questa programmazione è stata da me creata in un’agendina piccolissima, in modo che si possa trasportare facilmente anche in giro, e ha un’ulteriore particolarità: ho attaccato in ogni foglio che riguarda un posto da visitare, un velcro dove si attacca e stacca un bollino rosso per indicare ad Ares il luogo che quella settimana non può visitare.

Quest’ultima particolarità si è resa necessaria perchè Ares, a volte, voleva andare soltanto ad un posto specifico, era quasi diventata una mania. Così facendo, Ares vede che il posto nell’agenda è previsto, ma quando vede il bollino rosso capisce che quella settimana non può andare in quel posto.

Io non ho aggiunto immagini al elenco di passaggi, ma se lo ritenete opportuno potete aggiungerle per rendere il tutto ancora più comprensibile.

Ecco l’agendina: