Suggerimenti per insegnare a studenti con autismo a basso funzionamento

Negli ultimi anni, l’interesse per le persone con autismo a basso funzionamento è cresciuto con l’aumentare del numero di studenti che corrispondono a questa descrizione. Prima di discutere su come programmare il lavoro con questi ragazzi cerchiamo di chiarire chi sono queste persone a cui si fa riferimento come a basso funzionamento.ares piccolo

Lo strumento più comune per identificare questa popolazione di studenti è il punteggio dei test standardizzati. Si ritiene comunemente che il 70% degli studenti con autismo abbia anche disabilità cognitive. Tuttavia, dobbiamo fare attenzione quando usiamo strumenti formali per determinare i livelli del funzionamento cognitivo. Negli ultimi anni, professionisti e familiari sono diventati profondamente consapevoli del fatto che i metodi tradizionali per misurare la vera intelligenza, come i test standardizzati, sono spesso imperfetti e possono offrire risultati altamente inaffidabili.
Sebbene le informazioni acquisite attraverso il processo di test possano fornirci preziose informazioni su come una persona impara e sulle aree di difficoltà, test standardizzati non sono praticamente mai un vero oracolo del successo futuro. Molti adulti che sono stati considerati disabili gravi come studenti, ora sono in grado di lavorare, di districarsi in ambienti domestici e sono in grado di diventare membri della loro comunità quando sono presenti supporti appropriati e quando vengono insegnate le competenze necessarie. Etichettare una persona come un basso funzionamento può in effetti diminuire il potenziale della persona limitando la nostra visione di quella persona. 

Gli studenti con autismo che hanno gravi limiti cognitivi possono essere stimolanti per alcuni educatori. Tuttavia, mentre i professionisti e i familiari esaminano la letteratura sull’autismo, fate attenzione alla dicotomia tra basso e alto funzionamento. Questi due gruppi sono spesso indicati come se fossero due categorie separate di individui. Ci sono individui con autismo che possono essere dotati in certe aree ma che sono estremamente carenti in altre. Al contrario, gli studenti con l’etichetta di disabilità grave a volte possiedono talenti eccezionali. 

Generalmente, coloro che sono etichettati come affetti da grave deterioramento cognitivofesta d'accoglienza ares scuola sono individui che hanno maggiori difficoltà con le abilità sociali e il rendimento scolastico. Spesso hanno pochi mezzi appropriati per comunicare con gli altri. Non sorprende, quindi, che questi individui possano mostrare con più facilità comportamenti come l’autolesionismo e l’aggressività. Questo può verificarsi perché semplicemente non hanno imparato un modo migliore di agire o di far fronte alle richieste e agli stress quotidiani e potrebbero non avere mezzi migliori per comunicare con gli altri. Questi individui possono anche dimostrare carenze sensoriali e quindi sbattere le mani, girare o dondolarsi.

Quando si progettano programmi educativi per gli studenti con autismo etichettati come gravemente disabili, i professionisti e i familiari devono essere avvertiti che i programmi saranno determinati individualmente attraverso un programma di educazione individualizzata (PEI). Non esiste un PEI per le persone che hanno un basso funzionamento ed un altro per le persone ad alto funzionamento. Ci sono solo PEI per ogni studente. I programmi individualizzati devono descrivere le strategie per fornire allo studente metodi di comunicazione accettabili e comprensibili, insegnando comportamenti sociali appropriati alla situazione.

Se uno studente ha maggiori difficoltà di apprendimento, è chiaro che gli anni scolastici  dovrebbero essere spesi insegnandogli a partecipare ad attività importanti o funzionali. Un programma funzionale dovrebbe comprendere le attività di cui la persona avrà bisogno per vivere, lavorare e ricrearsi nella sua comunità. Attività come fare la spesa, mangiare in un ristorante, allacciarsi le scarpe, conoscere l’orologio. 

Per definizione, gli individui nello spettro autistico hanno un repertorio ristretto diIMG-20170612-WA0088 abilità. Per coloro che hanno difficoltà di apprendimento, questo repertorio può sembrare ulteriormente limitato. Un buona prassi per iniziare l’insegnamento di uno studente, è lavorare con la famiglia e con l’individuo stesso per identificare le attività della vita quotidiana in cui ci si aspetta che l’individuo si impegni. Ad esempio, la famiglia e lo studente potrebbero desiderare di imparare a fare la pesa. Il compito del team didattico è quello di identificare tutte le abilità di cui lo studente avrà bisogno per fare la spesa. Le opzioni possibili includono:

Fare una lista della spesa

Identificazione delle etichette alimentari

Spingere il carrello in modo appropriato

Dire ciao ad amici o conoscenti

Richiedere aiuto per localizzare un articolo

Ordinare del cibo al banco gastronomia

Pagare alla cassa

Come insegnante di classe, la sfida è insegnare le abilità di vita della comunità nel contesto della scuola. Un insegnante elementare o di scuola media, potrebbe scrivere i seguenti obiettivi per garantire che gli studenti con gravi disabilità apprendano queste abilità nel contesto dell’istruzione generale:

Durante l’ora di pranzo nella caffetteria della scuola, Ares richiederà due prodotti alimentari specifici utilizzando una scheda di comunicazione durante 4 giorni su 5.

Durante la lezione d’arte, Matteo ritaglierà foto dal giornale locale per 15 minuti una volta alla settimana.

Durante la lezione di matematica, Maria identificherà l’importo necessario per 10 prodotti alimentari specifici.

Durante la pausa, Matteo saluterà due compagni di classe nel corridoio ogni settimana dicendo Ciao, come stai? sulla sua scheda di comunicazione.

Giuseppe scriverà 5 parole che rappresentano articoli alimentari, due volte alla settimana durante la lezione di italiano.

Quando lo studente raggiunge la scuola superiore, le istruzioni dovrebbero essere il più possibile impostate secondo le necessità del mondo reale. Se fare la spesa è l’attività desiderata, lo studente dovrebbe imparare in un negozio vero di alimentari. Insegnare agli studenti a fare la spesa in un finto negozio di alimentari in classe raramente li prepara per fare acquisti nella vita reale. 

SUGGERIMENTI UTILI NELL’INSEGNAMENTO DI STUDENTI CON AUTISMO A BASSO FUNZIONAMENTO

Per gli studenti che hanno maggiori difficoltà di apprendimento, i seguenti suggerimenti possono risultare molto utili:

  1. Continua formazione del personale. Workshop, conferenze o altri eventi di formazione e tutto quello che possa contribuire ad informarsi sulle metodologie d’insegnamento nell’autismo e sull’autismo stesso. I libri scritti da coloro che hanno l’autismo, ad esempio, possono fornire informazioni preziose sugli studenti che hanno maggiori difficoltà a comunicare.IMG-20170320-WA0018
  2. Dai sempre istruzioni semplici: poiché la comunicazione tende ad essere un ostacolo per gli studenti autistici, gli insegnanti dovrebbero sforzarsi di rendere semplici le istruzioni. In molti casi, spezzettare un compito in semplici passaggi può aiutare uno studente a capire che cosa dovrebbe fare. Inoltre, insegnare un compito passaggio dopo passaggio può impedire ai bambini di sentirsi sopraffatti. Quando si forniscono istruzioni, potrebbe essere necessario ripeterle, ma assicurarsi che le ripetizioni siano brevi e identiche. Dire la stessa cosa in un modo diverso a volte può rendere più difficile per i bambini autistici capire quello che viene detto loro.
  3. Approfitta delle immagini: i bambini che non sono in grado di comunicare con le parole spesso usano immagini per dire ciò che vogliono. Usare la stessa immagine per lo stesso processo, ad esempio mostrare a un bambino l’immagine di un bagno ogni volta che uno studente ha bisogno di andarci, può aiutare a consolidare il significato di quell’immagine nella testa di uno studente. Tuttavia, assicurati di utilizzare immagini semplici perché i bambini potrebbero iniziare a concentrarsi sullo sfondo anziché sull’oggetto principale dell’immagine
  4. Lavorare a stretto contatto con i genitori in modo che le abilità praticate nel contesto scolastico possano essere praticate nella comunità con i membri della famiglia.
  5. I bambini con autismo hanno difficoltà di apprendimento, ma ciò non significa che non possano imparare a svolgere molte attività, comprese quelle Screenshot_20180124-165730complicate. Potrebbero aver bisogno di più tempo rispetto agli altri studenti per farlo. Pertanto, gli insegnanti dovrebbero stabilire degli obiettivi e concentrarsi su come fare affinchè i bambini affrontino determinati compiti: come imparare ad allacciarsi le scarpe o a sistemare il loro zaino alla fine della lezione. Potresti essere tentato di sostituirvi al bambino quando vedi che lotta e fatica per svolgere un compito, ma faresti lui del male così facendo. Inoltre, gli studenti autistici possono imparare molto più di quanto le persone si aspettino quando ricevono tempo e le giuste istruzioni.
  6. Utilizzare un approccio di squadra per assicurarsi che le esigenze comunicative e sensoriali di questi studenti vengano affrontate in modo naturale negli ambienti frequentati dallo studente.
  7. Prenditi del tempo per insegnare ogni abilità. Gli studenti possono aver bisogno di svariate opportunità per apprendere e praticare un’abilità. Anche quando un’abilità sembra oramai ben capita e imparata, gli studenti devono esercitarsi di tanto in tanto. È anche importante che venga data molta più importanza a ciò che uno studente deve fare, piuttosto che a ciò che lui / lei non deve fare. Rinforza sempre gli atteggiamenti positivi; ricorda che il successo genera successo. Un focus sul fallimento raccoglie altrettanti fallimenti.
  8. Identificare il tipo di supporto necessario per gli individui e non rimuovere i supporti quando l’attività è stata imparata. Se uno studente ha bisogno di 2701135.autismo_autonomia_personale1suggerimenti visivi per apprendere un’attività, può sempre aver bisogno di quei riferimenti visivi associati all’attività. Se gli studenti hanno bisogno di una tavola di sequenza visiva per l’attività, non toglierla una volta che l’attività è stata imparata.
  9. Potrebbe essere difficile coinvolgere gli studenti per periodi di tempo prolungati. Una giornata tipo dovrebbe includere molte sessioni di lavoro per svolgere compiti facili che non siano frustranti, piuttosto che impegnarsi in attività nuove e difficili per un periodo prolungato.
  10. Fornire agli studenti informazioni chiare sugli orari di inizio e fine di un’attività e sulle aspettative del compito. Evitare di rifare un compito che lo studente percepisce come finito. 
  11. Includi sempre la comunicazione in tutti gli aspetti della giornata scolastica. Assicurati che gli studenti non verbali dispongano di sistemi di comunicazione aumentativa prontamente disponibili. I dispositivi di comunicazione devono contenere messaggi pertinenti per gli studenti.
  12. Se uno studente è impegnato in un comportamento difficile, eseguire una valutazione approfondita per determinare perché si sta verificando il comportamento. Utilizzare approcci di supporto comportamentale positivi che si concentrino sull’insegnare agli studenti metodi alternativi di risposta a situazioni difficili.
  13. Prenditi del tempo per insegnare le abilità essenziali nei luoghi e nei momenti in cui sono necessarie le competenze. Ad esempio, prenditi del tempo per insegnare agli studenti ad indossare i loro cappotti quando è ora di uscire.

Tutti gli studenti possono imparare. Come educatori e come membri della famiglia, è nostro compito assicurare che venga fornito un ambiente favorevole all’apprendimento e che il prezioso tempo dello studente sia usato con saggezza. Tutto ciò è possibile indipendentemente dal livello di funzionamento dello studente.

 

 

 

 

 

 

Bibliog: Dott.ssa Cathy Pratt e Rozella Stewart

and appliedbehavioranalysisprograms.com
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...