Autismo. Sei sicuro che tuo figlio comprenda quello che legge?

I bambini con autismo spesso imparano ad identificare lettere e numeri con facilità estrema, molti di loro hanno una buona memoria per le forme e le parole, e possono imparare a leggere “a prima vista”, infatti leggere o decodificare è spesso più semplice per i bambini con autismo di quanto non lo sia per i loro coetanei con sviluppo nella norma.el grande libro

Sebbene i bambini con questo tipo di disturbo spesso imparino a decodificare molto precocemente, non sempre comprendono quello che stanno leggendoAres 2 anni e 4 mesi

Cosa si nasconde alla base della non comprensione di un testo?

Due esempi molto diversi tra loro: è noto a tutti il fatto che, se non siamo attenti, possiamo credere  di aver letto un paragrafo per poi arrivare al punto e chiederci cosa si sia appena letto. Un altro caso in cui la comprensione non si verifica è quello dei testi specialistici su argomenti che non conosciamo, e che magari richiedono anni di studi solo per conoscere il significato dei termini utilizzati.

Nel caso dei bambini con autismo il testo e il linguaggio della frase da leggere devono  essere il più possibile semplici e chiari, soprattutto se stiamo cominciando a verificare la reale comprensione del testo che legge nostro figlio. Inoltre il bambino deve essere molto attento, quindi bando a TV, cellulari, luci, suoni o qualsiasi altro elemento di distrazione.

Uno dei primi esercizi che abbiamo messo in pratica con Ares, appena ha imparato a leggere,  è stato “Esegui quello che hai letto“.

Al bambino  viene indicata una frase scritta che lui leggerà, e poi dovrà alzarsi dal tavolino ed eseguirla. Ad esempio. “Ares, vai in camera di mamma“.

Ares legge, si alza (se ha capito) e va in camera di mamma.  Oppure: “Ares, vai in camera di mamma e prendi la mela che sta sopra il letto”. 25 novembre 2006 022

Quando un esercizio viene presentato per la prima volta (e questa regola vale per tutte le attività)  il bambino dovrà ricevere dei suggerimenti per poter dare la risposta corretta. A mano a mano che il bambino diventa più abile nello svolgimento del compito i suggerimenti possono essere diminuiti, fino a scomparire completamente.

Per la riuscita di questo compito il bambino deve essere già in grado di leggere ovviamente, di conoscere una mela u oggetti diversi, e di conoscere il concetto di sopra e sotto, accanto, dentro, fuori, ecc., altrimenti si parte male e otteniamo soltanto uno stato di frustrazione.

Nella misura in cui vediamo che il bambino è assolutamente in grado di eseguire una semplice azione, l’esercizio va reso più complesso, aumentando sempre più le azioni da compiere.

La generalizzazione del compito avverrà poi nell’arco della giornata tramite amici, familiari, terapisti e docenti, mettendo sempre più a suo agio il bambino nel compiere le diverse attività che legge.

E’ chiaro che se aggiungiamo un pizzico di divertimento all’esercizio diventa un gioco e la motivazione nel realizzarlo aumenta. Ad esempio potremmo nascondere delle  caramelle, ed indicare al bambino il luogo dove si trovano, con frasi semplici da leggere: “cerca la prima caramella dietro il televisore della cucina”, “cerca la seconda caramella sotto il cuscino della tua stanza” ecc ecc. caramella-2565458FACENDO SEMPRE ATTENZIONE a non verbalizzare la richiesta,  bensì  a offrirla con una frase che il bambino leggerà, lodando a voce con un premio la risposta corretta.

Fin qui il primo passo. La comprensione del testo, poi, nel tempo e con l’aumento della difficoltà didattica diventerà sempre prioritaria nel programma di studio del bambino e sta al terapista e ai docenti continuare a lavorare rendendo le attività più idonee all’età e alle conoscenze del bambino. QUI trovate qualche esercizio su questo argomento eseguito con Ares di recente, e anche un buon testo per studiare la comprensione del testo.

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

One Comment

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...