Una bellissima esperienza al parco Avventura di Roma/ Bella experiencia en el Parque Aventura de Roma

 

 

Allora, non ho parole per descrivere la sensibilità immensa del personale che lavora al Parco Avventura di Roma, all’Eur.

Per prima cosa, arrivati alla cassa abbiamo subito fatto sapere che Ares è autistico e che in realtà non sapevamo se avrebbe fatto i percorsi, e che dovevamo capire prima la situazione, perchè era la sua prima volta in un parco del genere. La signora della cassa, con maniere gentili e senza scomporsi mi ha detto: “Signora, entri e veda, se ritiene che è il caso torni da me altrimenti, è inutile che paghi se poi il ragazzo non sale su uno dei percorsi.

Sono entrata, Yara, la sorellina di Ares, ovviamente dopo due secondi aveva già le imbragature addosso, ed era pronta per cominciare, ho visto che nel parco ci sono percorsi più facili, e percorsi più difficili, ho capito quale percorso Ares avrebbe fatto, e via, abbiamo indossato casco, guanti , tutto l’occorrente, e ci siamo avviati sul percorso (sono salita anch’io visto che era la prima volta).

All’improvviso è spuntato Leo, un ragazzo che lavora al parco, e che è stato TUTTO il tempo, dico tutto il tempo con noi. Ha seguito Ares passo passo, incitandolo, dandogli le indicazioni per allacciare i moschettoni (che tra l’altro se volete andarci con i vostri ragazzi, è meglio fare a casa un corso intensivo di come si aprono e chiudono), e alla fine, abbiamo completato un percorso.

Sono senza parole, per Ares è una conquista immensa, lui che odia la instabilità sotto i piedi, e che è ha paura dell’aereo tanto da rimanere seduto anche dieci ore quando viaggiamo  perchè sà di essere in aria, ed è terrorizzato. Lui ha fatto il percorso ed è stato anche bravissimo. E non ho parole per ringraziare tutto il personale del Parco Avventura perchè così dovrebbero essere tutti i luoghi della terra: comprensivi e gentili di fronte alla disabilità. Complimenti!

He querido contarles a todos mi experiencia en un parco de Roma, que se llama Aventura, porque ha sido de verdad una experiencia maravillosa. 

Llegamos y nos concedieron entrar sin pagar para analizar el lugar, visto que era la primera vez de Ares en un parco como ese. Y màs tarde, nos mandaron un “àngel”, llamado Leo, que nos tuvo compañia durante todo el ejercicio de equilibrio, incitando Ares, dàndole los instrumentos necesarios para que hiciera todo de manera correcta. De veras un gran personal.

Todos los lugares del mundo debieran ser como este: disponibles y abiertos delante de la discapacidad. Felicidades a todos.!

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...